Cenni Storici

La storia, in breve, delle 9 Biennali Internazionali dell’incisione

1993 – 1a Biennale - La Biennale di Acqui è nata all’interno del Rotary locale, con l’allora Presidente Giuseppe Avignolo, sin dall’inizio - e fino ad oggi - responsabile della manifestazione finalizzata alla promozione del territorio attraverso una iniziativa culturale dedicata all’arte incisoria. Angelo Dragone nel suo testo introduttivo al catalogo, esprime compiutamente le ragioni dell'iniziativa: «Non costituisce l’incisione un settore secondario della produzione artistica, ma semmai elitario, che nulla ha da spartire con le mistificazioni […], facendo tutt’uno con le più attuali problematicità dell’arte e la stessa apertura delle sue ricerche tra tecnica ed espressione […]; dunque settore ideale con il quale contribuire a far cultura.”

Fin dall'inizio la cerimonia della premiazione è accompagnata da una lezione di storia dell'incisione, tenuta da Paolo Bellini .

La partecipazione è di quarantasei incisori. Accanto vi è una sezione che comprende tredici “maestri” invitati fuori concorso e fra loro nomi di assoluto rispetto, tra i quali, Calandri, Della Torre, Donna, Mastroianni, Spacal. Vincitori risultano Giulia Napoleone con l’incisione a punzone "Ombre lontane" e, per la sezione sperimentale, Cristina Pavesi con la tecnica mista "I segni ritrovati"; tra i partecipanti Kantor, Ruggeri, Scano.

incisione 002

I Biennale Nazionale dell'Incisione.
Giulia Napoleone vincitrice del 1º Premio con l'incisione a punzone "Ombre Lontane"

1995 - 2a Biennale - si passa da 46 a 54 artisti. Il vincitore è André Beuchat, con l’acquaforte su rame La casa al n. 4. Per la sezione sperimentale è attribuito un riconoscimento a "Viaggio d’inizio" di Gabriella Locci, il premio sezione silografia è assegnato a "Girasole" di Alberico Morena. Tra i “maestri” invitati fuori concorso, sono Facchinetti, Ferroni, Mezzadra, Zaliani.

A partire dal catalogo della Biennale del 1995 è pubblicato il testo della Dichiarazione di Milano sull'incisione originale a indicare la volontà degli organizzatori di dar luogo con la Biennale a momenti di aggregazione e riflessione tra gli artisti.

1997 – 3a Biennale – sono iscritti 107 artisti. Nella direzione di coinvolgere maggiormente il pubblico, sono promosse iniziative e manifestazioni collaterali: l’istituzione della Giuria Popolare, la rassegna di stampe d'arte, gli allestimenti delle mostre Omaggio a Giovanni Barbisan e L’incisione in Italia nel XX secolo - in questa vennero esposte opere di Bartolini, Boccioni, Boldini, Calandri, Carrà, Casorati, Castellani, De Chirico, Della Torre, Donna, Galli, Manzù, Marini, Morandi, Music, Plattner, Santomaso, Spacal, Vedova, Veronesi.

Sono assegnati più premi: il premio Acqui all’acquaforte di Agostino Zaliani "La città", il premio speciale della Giuria a Franco Menegon per l’acquaforte "Autunno", e il premio acquisto a Vincenzo Gatti per l'acquaforte "Nello studio, di sera".

1999 – 4a Biennale - aumentano gli iscritti, 196. Sono allestite due mostre concomitanti: Omaggio a Mario Calandri, e Stampe di maestri. Cento capolavori della Raccolta Bertarelli (proveniente dal Palazzo Reale di Milano). In questa edizione sono premiate ex- aequo la maniera nera "Uscita dal labirinto II" di Bruno Missieri e l’acquaforte-acquatinta "Grande fiore" di Roberto Rampinelli; premio speciale della giuria l’acquaforte-acquatinta "L'eclisse" di Tino Aime e premio acquisto a "Il dosso e la neve", l’acquaforte di Teodoro Cotugno.

2001 – 5a Biennale – è aggiunto il titolo «Internazionale», sono presenti 439 artisti stranieri provenienti da 31 Nazioni. Sono allestite la mostra dedicata all’opera grafica e agli ex libris di Benvenuto Disertori, e la mostra-concorso sul tema di I frutti di Bacco, riservata agli ex-libristi.

Sono assegnati più premi: il premio Acqui al bulino "Il carro del Sole" di Lanfranco Quadrio, il premio speciale della Giuria al linoleum di Jìrì Samek, "A White Bloom", e il premio acquisto a Giovanni Turria per la maniera nera "Oroxarabih".

2003 – 6a Biennale – sono iscritti 800 artisti internazionali. In concomitanza sono allestite le mostre “Omaggio a Leonardo Castellani” e Ex libris Il sogno di Afrodite. Il premio Acqui è assegnato all’acquaforte e puntasecca di Livio Ceschin per "Nel sottobosco tra betulle e foglie", il premio speciale della Giuria a Chen Chao-Liang, per l’acquaforte e puntasecca "Otro espacio", e il premio Consorzio Brachetto d’Acqui a "Chen Xue Lun" per la silografia Case.

2005 – 7a Biennale - la partecipazione di artisti Europei, Americani, Africani e Asiatici, le 1320 opere pervenute e la qualità tecnica premiano questa edizione dedicata ai cento anni dalla fondazione del Rotary International. La mostra storica è un evento altrettanto significativo: Georges Rouault. A latere il concorso ex libris dedicato al Centenario. Il premio Acqui è assegnato a Giovanni Turria per "Spetter Sorra" realizzata a bulino e acquaforte, il premio speciale della Giuria alla tecnica mista di Susana Venegas Gandolfo, "Ventana", il premio Acquisto ad Alicia Diaz Rinaldi per l’acquaforte e puntasecca "Mas alla del silenzio", e il premio Consorzio Brachetto d’Acqui a Julianna Joos per l’intaglio "L’atelier gèomètrique".

2007 - 8a Biennale: all'insegna del rinnovamento: en plein air, nel centro cittadino, per coinvolgere anche il più distratto dei passanti; l'allestimento ad hoc, che ha reso perfetta e accattivante la visione delle opere; la Giuria internazionale con Gabriela Aberastury, Enrico della Torre, Elena Pontiggia e María Will; il catalogo completamente rinnovato nella veste grafica; la presentazione espositiva per nazione a sottolineare l'ampio panorama dei partecipanti.

Intatta la formula dell'assegnazione dei premi decretata dalla Giuria Popolare: a Sandro Bracchitta il Premio Acqui 2007, a Arichi Yoshito il Premio Speciale della Giuria, a Donald Furst il Premio sponsorizzato dal Consorzio del Brachetto d'Acqui, a Cleo Wilkinson il Premio Acquisto e - novità dell’VIII edizione - il Premio Giovani a Mari Tashiro.

2009 - 9a Biennale: La manifestazione è sempre en plein air. Sono rappresentate 51 nazioni; altissima è la partecipazione di giovani incisori. La Giuria di Accettazione, composta da Abderrahmane Aidoud, Eve Kask, Dan Welden e presieduta da Giuseppe Avignolo, seleziona 236 opere e tra queste segnala le 26 finaliste.
La Giuria popolare assegna il Premio Acqui a Man Zuhang, una giovane giapponese specialista nella maniera nera. A Roberta Zamboni é assegnato il Premio Speciale Giuria, a Girolamo Russo il Premio Acquisto. Il premio offerto dal Consorzio del Brachetto d’Acqui é conferito al russo Vladimir Zuev, ad Elena Patrocco val il Premio Giovani. Si svolge il quinto concorso ex libris che ha per tema Monferrato: fra storia e leggenda; i premi sono stati assegnati a: Paolo Rovegno, Piazza Vincenzo, Venegas Gandolfo Susana.

2011 – X edizione. Si svolge all’insegna dei festeggiamenti per i vent’anni della manifestazione e per i 150anni dell’Unità d’Italia. La Giuria d’Accettazione è tutta al femminile: Brita Prinz, Gabriella Locci, Giulia Napoleone, Marta Raczek, Anouk Van De Velde; loro sono i contributi pubblicati in catalogo. Il Premio Acqui è assegnato all’opera Apparenze dell’artista romana Elisabetta Diamanti, realizzata con la tecnica della ceramolle; alla maniera nera View from the other angle dell’artista serba Snezana Petrovic è riconosciuto il Premio Speciale Giuria. Messo in palio da CTE spa, il Premio speciale è consegnato all’opera dell’incisore polacco Marcin Bialas 10m2; il Premio Consorzio del Brachetto d’Acqui è andato a Human warmth dell’artista argentina Maria Blanca Saccomano; tra le opere dei giovani artisti è stata scelta Cavaliere rampante di Andrea De Simeis. Il concorso Ex libris è dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia, con molte ed interessanti partecipazioni: vincitore è Unification, acquaforte di Roman Sustov, altri due premi sono assegnati a Nino Baudino e veronica Longo. La manifestazione è arricchita da eventi collaterali: Omaggio alle artiste Hitoko Okamoto e Gabriella Locci; Artisti in erba – una splendida iniziativa con laboratorio didattico dedicato all’incisione ed esposizione dei lavori grafici -, Annullo postale dedicato dalla Biennnale.

 

2013 -  XI edizione. Iscritte 659 opere provenienti da 56 nazioni, con una partecipazione significativa di giovani artisti under 30 pari al 27% degli iscritti. Nell’ambito dell’esposizione è allestita la mostra Omaggio agli Artisti del Premio Acqui e il Laboratorio d’incisione e stampa per bambini tenuto da Andrea De Simeis e Agata Kordecka, con la collaborazione degli Artisti premiati e la stamperia 74/b il Foglio e il Centro dell’Incisione Pedroli di Milano.

Il Premio Acqui inizia una esemplare attività di sostegno ai giovani: promuove iniziative per l’acquisto di strumentazioni nelle scuole e avvia opere di sostegno a studenti talentuosi. Collaborano Marta Raczek, Gabriella Locci, José M. Luna Aguilar, Enk de Kramer, Pierdomenico Baccalario, Paolo Bellini, Patti Uccelli. Il Premio Acqui è assegnato a Hugo Hurbain Besard, il Premio Speciale Giuria a Riitta Moilanen, il Premio Acquisto a Silvana Blasbalg, il Premio Consorzio Tutela Brachetto d’Acqui a Roberto Casiraghi, il Premio Giovani a Shirin Salehi.

2015 -  XII edizione. Le opere provengono da 56 nazioni, la partecipazione di giovani incisori è salita al 37%. Nell’ambito dell’esposizione è allestita la mostra Exponiamo, con le opere della collezione Premio Acqui ispirate al tema del cibo. Collaborano all’edizione Paolo Bellini, Ugo Collu, Enzo Di Martino, Willem Elias, Barbara Jatta, Gabriella Locci, Elena Pontiggia, Rino Tacchella, Patti Uccelli. Si ripete l’esperienza del Laboratorio d’incisione e stampa per bambini. Il Premio Acqui è assegnato a Nasil Kwak, il Premio Consorzio Tutela Brachetto d’Acqui a Andrea Serafini, il Premio Giovani a Riccardo Di Stefano.

XI Biennial Exhibition of Engraving - Rules 2013

Rules


Art.1 The XI Edition of the International Biennial for Engraving and Acqui Prize 2013 are organised by the International Biennial Association for  Engraving and they are supported by the Rotary Club of Acqui Terme,  by the Region of Piedmont, the Province of Alessandria, the Town Council of Acqui Terme and C.R.T. Foundation.

Art.2 The Biennial is open to any engraver and entry into the competition is free.
Each artist can enter the competition only with one work completed after January 1st,  2011, in compliance with the principle of originality stated by the “Declaration of Milan” in 1994.
The work must neither have had, until that time, a regular run,  nor have been exhibited in any other Prize competition or public event.
The work must be printed on a sheet of minimum size 250x350 mm and not exceeding 500x700 mm size. All works outsize won’t be accepted and  they  won’t be returned to sender.
Works can’t be in a frame or in a passe-partout.

Art.3 Each artist should send one copy of his/her work and a photograph or a laser photocopy of the same (180 x 240 mm size) with the title of the work, the technique and the year of completion, the author’s full name and address written in block letters on the reverse side.
In addition the artist must attach the entry-form and each part of the form must be properly filled in.
This form can be downloaded from the website www.acquiprint.it

The entry work and the documentation must be sent to the following address:

Premio Acqui
Associazione Biennale Internazionale per l’incisione
Piazza Italia n. 9 - 15011 Acqui Terme (AL) - Italia


The dispatch of papers, including the work, must bear the following words:
PRINTED MATTERS – NO COMMERCIAL VALUE
Works must be sent by September 30th, 2012. The works sent after this date will not be accepted.

Art.4 The works entering the competition will be selected by the experienced Jury. This Jury will decide the works to be included in the catalogue, in the exhibition and the works to be submitted to the People’s Jury who decides the winners of the Prizes.

Art.5 The Experienced Jury is made up of academics and critics, specialists in History of Engraving and well known cultural experts – The People’s Jury is made up of citizens from Acqui Terme and  the Monferrato district.

Art.6 The first prize, Acqui Prize, of  € 5.000 will be awarded in 2013 on the occasion of the International Biennial  Opening Ceremony. The Jury reserves the right to set up other prizes. – The awarding of
the prizes implies that the artist has to surrender the mould (plate) and to transfer his/her rights on the work which will be sent  as follows: 50 engravings with Arabian numbers (1/50 – 2/50 – etc.) and 25 engravings with Roman numbers  (I/XXV – II/XXV – etc.).

Art.7 At the end of the exhibition, all the works received won’t be returned, but they will be kept and displayed in the Museum of Engraving  Collection – Paleologi Castle in Acqui Terme.

Art.8 The Management of the International Biennial of Engraving reserves the right to exhibit the above mentioned works also in other  Exhibition Centres.

Art. 9 By entering into the Competition, artists will accept all rules and regulations.

 


Click here to view the Entry Form.


 

Premio Acqui
Associazione Biennale Internazionale per l’Incisione
Piazza Italia n. 9 - 15011 Acqui Terme (AL) ITALY
TEL. N. +39 0144 57937 FAX N. +39 0144 57626
Internet http : www.acquiprint.it
Email : This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Ex libris nell’ambito delle celebrazioni di “Italia 150”

150 anni in miniatura - l’Unità d’Italia negli ex libris di incisori internazionali contemporanei.

The Museum

The International Biannual of Engraving Museum

The International Biannual Museum of Engraving is to be found in the Museum Centre in Acqui Terme, at the old castle. The Museum hosts temporary exhibitions of the rich collection of works held here.

Museo della BiennaleThe Biannual Museum contains some 3,000 works – engraving on copper or zinc, acquatints, wood engravings in black and white or colour, black traditional or berceau, wax, dry point, acid, mezzotint, colofonia, relief copper engraving, linograph, rolled, multilayer, intaglio or burin.

The collection includes works by some of Italy’s leading engravers including Barbisan, Beuchat, Calandri, Castellani, Della Torre, Donna, Mastroianni, Spacai, Napoleone, Kantor, Ruggeri, Scano, Locci, Facchinetti, Ferroni, Mezzadra, Menegon, Morena, Missieri, Rampinelli, Aime, Cotugno, Disertori, Quadrio, Turria, Ceschin and Zaiiani. There are also notable works by foreign artists.

There is also a section devoted to engraved plates. The Museum is home to a library that specialises in contemporary engraving with many artists’ catalogues and papers.

Museo della BiennaleCataloguing and archival responsibilities are handled by the Biannual Association, whose President is Dr. Giuseppe Avignolo. Also responsible are Dr. Giorgio Frigo, Honorary Curator and Dr. Patrizia Uccelli, Collection Director.

Visits are by appointment.

Politica sulla Privacy

LA PRIVACY POLICY DI QUESTO SITO


PERCHE' QUESTO AVVISO?
In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.
Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art.13 del d.lgs. n.196/2003 Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi web di Acquiprint, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: http://www.acquiprint.it
L’informativa è resa solo per il presente sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link.
L’informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall’art. 29 della direttiva n. 95/46/CE , hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.


IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO
A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.
Il titolare del loro trattamento è: Acquiprint, che ha sede in Acqui Terme (Italia), Piazza Italia 9, 15011.
E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.


LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI
I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso Acquiprint, e sono curati solo da personale incaricato del trattamento, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione.
Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso.
I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario (es. servizio di spedizione).


TIPI DI DATI TRATTATI
Dati di navigazione
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.

Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.

In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.

Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Dati forniti volontariamente dall'utente
L'invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell'indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva.
Specifica informativa di sintesi viene riportata nella pagina del sito predisposta per la richiesta di informazioni.


COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito.

Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.

L’uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.

I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.


FACOLTATIVITA’ DEL CONFERIMENTO DEI DATI
A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta al Garante o comunque indicati in contatti con l'Ufficio per sollecitare l’invio di materiale informativo o di altre comunicazioni.

Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto.

Per completezza va ricordato che in alcuni casi (non oggetto dell’ordinaria gestione di questo sito) l’Autorità può richiedere notizie e informazioni ai sensi dell'art 157 del d.lgs. n. 196/2003, ai fini del controllo sul trattamento dei dati personali. In questi casi la risposta è obbligatoria a pena di sanzione amministrativa.


MODALITA' DI TRATTAMENTO
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.
Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.


DIRITTI DELL'INTERESSATO
Ai sensi dell'art.7 del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lgs 196/2003)
I soggetti a cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati, di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione, l'aggiornamento o la rettificazione, chiederne la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste in questione vanno rivolte al titolare del trattamento.


P3P
La presente informativa sulla privacy è consultabile in forma automatica dai più recenti browser che implementano lo standard P3P (“Platform for Privacy Preferences Project”) proposto dal World Wide Web Consortium (www.w3c.org).

Ogni sforzo verrà fatto per rendere il più possibile interoperabili le funzionalità di questo sito con i meccanismi di controllo automatico della privacy disponibili in alcuni prodotti utilizzati dagli utenti.

Considerando che lo stato di perfezionamento dei meccanismi automatici di controllo non li rende attualmente esenti da errori e disfunzioni, si precisa che il presente documento costituisce la “Privacy Policy” di questo sito che sarà soggetta ad aggiornamenti (restano le varie versioni consultabili al medesimo indirizzo).