14/04/2012 - La mostra itinerante inaugura ad Acqui Terme

locandina acqui

invito acqui

“Segni di autore - Premio Acqui Biennale Internazionale per l'incisione - 1991/2011”, inaugurata ad Acqui Terme. sabato 14 aprile a Palazzo Robellini, è stato un evento speciale, con un pubblico attento e ammirato. Com’é noto la Biennale per l’Incisione nasce nell’ambito del Rotary Club locale per promuovere il territorio di Acqui Terme
e del Monferrato; è il critico d’arte Angelo Dragone che suggerisce di adottare un evento culturale ed in particolare un concorso di grafica d’arte originale.

La tappa acquese di questa mostra celebrativa, ha dato occasione per sottolineare al pubblico questa duplice valenza: la presenza, quale madrina dell’evento, di una giovane in costume monferrino ha reso in sintesi la mission da cui ha preso avvio vent’anni fa il Premio Acqui dedicato all’incisione.

“Segni d’Autore” è una mostra speciale sotto tanti aspetti, dal 14 aprile sino al 4 maggio, e sarà occasione per condividere con la città i venti anni d’impegno nell’organizzare la manifestazione.
Le opere presentate sono incisioni commissionate appositamente dall’Associazione Biennale Internazionale per l’Incisione: a Giulia Napoleone, vincitrice della prima edizione del Premio Acqui, fanno seguito Tino Aime, Andrè Beauchat, Sandro Bracchitta, Livio Ceschin, Teodoro Cotugno, Elisabetta Diamanti, Vincenzo Gatti, Gabriella Locci, Bruno Messieri, Franco Menegon, Snezana Petrovic, Lanfranco Quadrio, Roberto Rampinelli, Giovanni Turria, Susana Vanegas Gandolfo, Cleo Wilkinson, Agostino Zaliani, Roberta Zamboni, Man Zhuang e Alicia Díaz Rinaldi.

“Segni d’Autore” è una panoramica dei migliori esempi di tecniche incisorie tradizionali: esempi di duttilità espressiva e varietà di procedimenti, di ricerca estetica e di percorsi concettuali.
La collocazione delle opere, lasciate quasi isolate sulle pareti, permettono di apprezzarne l’alta qualità delle tecniche e dei segni, in articolare le maniere nere esposte rappresentano rafinitassime esecuzioni; ma anche le tecniche miste attraggono il visitatore per la loro complessità di linguaggio.

L’esposizione a Palazzo Robellini è allestita da Giorgio Frigo, medico pittore e assiduo e competente collaboratore dell’Associazione Biennale e dallo staff della Revilla Network.

P.U.

Segni d'Autore

Segni d'Autore

Segni d'Autore

Segni d'Autore