Finalisti Premio Acqui Incisione 2017


La Commissione di Accettazione, composta da Mariagrazia Mazzitelli, direttore editoriale della Salani, Diego Galizzi, direttore del Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo, Ivan Pengo, presidente di Milano Printmakers, Moreno Chiodini, docente di Tecniche Incisorie alla Scuola d’Arte del Castello Sforzesco di Milano, Giancarlo Busato, docente alla Stamperia d’Arte di Vicenza, ha segnalato come finalisti del Premio Acqui Incisione 2017:


Castañeda Carlos Messico (1981)
Curlante Mauro Italia (1988)
Darvishi Mehdi Iran (1988)
De Simeis Andrea Italia
Demattio Rita Italia
Franssen Peter Olanda
Fukuda Mina Giappone (1991)
Gerevini Norma Italia (1993)
Geronazzo Francesco Italia (1984)
Ghafari Masoud Iran (1986)
Gritti Calisto Italia
Habisiak Matczak Alicja Polonia
Hristova Evgeniya Bulgaria (1986)
Jaxy Constantin Germania
Kobayashi Jinan Giappone
Lava Pedro Luis Venezuela
Luciano Stefano Italia
Mise Zoran Bulgaria (1984)
Moneghetti Adriano Italia
Paz Vicente Spagna


Il 31 gennaio la Giuria Popolare assegnerà il Premio Acqui Incisione 2017; nella stessa sessione verrà assegnato il Premio Giovani Under 31. I nomi dei vincitori saranno resi noti il 10 giugno 2017 nel corso della cerimonia di inaugurazione della XIII esposizione Biennale Internazionale di Acqui Terme.

Edizione 2017 Acqui Incisione

Il Premio Acqui gira la boa dei 25 anni e si conferma come un progetto concreto a favore della diffusione dei linguaggi artistici, del confronto tra esperienze professionistiche e amatoriali.

In questo lungo percorso il Premio ha vissuto momenti di intensi dibattiti e richieste di rinnovamento sostenuti dalle sempre più diffuse attività di sperimentazione svolte da artisti di tutto il mondo.

L’edizione 2017 del Premio Acqui accetta la sfida del rinnovamento e propone una modifica, seppure piccola, al Regolamento, accettando contaminazioni con altre tecniche sperimentali che contemplino comunque una presenza dominante di interventi diretti di incisione originale.

Novità del concorso è anche la sezione denominata NON TOXIC, sottotitolata SOS/ Arte/ Eco, riservata ai giovani under 35, che prevede esclusivamente l’uso di tecniche tradizionali di incisione diretta sostenibile: il premio è assegnato con la collaborazione di Casa Falconieri Centro di Ricerca e Sperimentazione di Cagliari, che mette a disposizione una residenza d’artista.

Già dagli anni '80 era stata avviata la ricerca di possibilità creative legate all'uso di nuovi/vecchi materiali non-toxic; a distanza di vent'anni a che punto è la sfida di realizzare opere con inchiostri naturali, senza acidi inquinanti, supporti realizzati con carte artigianali, metodi di stampa ecosostenibili?

Questa "pratica verde" rappresenta un tentativo che può incoraggiarne altri, anche in ambiti culturali diversi, che può inserire nell’ampio dibattito sulla protezione dell’ambiente anche la questione delle arti visive.

La riflessione sul linguaggio della grafica d’arte contemporanea e sull’impatto che le tecniche hanno sull’ambiente e sulla salute dell’uomo è aperta a tutti gli Amici del Premio.

Il nuovo Regolamento è pubblicato sul sito www.acquiprint.it

 

BANDO PREMIO ACQUI INCISIONE 2017

Scarica il comunicato stampa.

 

“Archeology&Engraving”

Una mostra dedicata al Museo Archeologico di Acqui Terme

Castello dei Paleologi, camminamento, dal 24 settembre

 

Le carte selezionate per Archeology & Engraving/Archeologia & Incisione provengono dalla ricca collezione di AcquiPrint / Associazione della Biennale - quasi 6.000 esemplari - e sono state selezionate tra quelle che traggono ispirazione dal dialogo con i luoghi e i temi della classicità o delle memorie del passato.

27 artisti reinventano figure e motivi dell'immaginario archeologico riscrivendoli;  chi evocando rovine e reperti chi trasmettendo decontestualizzando elementi di altre epoche con esiti allegorici.

L’arte contemporanea guarda al passato con il consolidato linguaggio dell’antichità assorbendone gli stilemi principali per poi reinterpretarli.

Artisti di diverse latitudini e generazioni si confrontano sul tema con lavori ognuno dei quali invoca una propria maniera di porsi in relazione con la tradizione.

Nel territorio acquese tutto concorre ad affermare la cifra del classico; la mostra propone una dialettica tra classico e contemporaneo, tra il territorio dell’area archeologica e gli episodi grafici dell’esposizione.

Lungo un percorso che guida i visitatori attraverso il Castello, questa intersezione tra presente e passato avvia un dialogo speciale che si svolge nella sede del Museo Archeologico, che custodisce reperti archeologici dall’epoca del ferro agli epigoni romani.

Comunicato stampa

Opere premiate dal 1993 al 2015 della collezione Biennale Internazionale

PREMIO ACQUI INCISIONE IN MOSTRA

per l’Incisione di Acqui Terme


Con i patrocini dei Comuni di Zollino e Acqui Terme

Premio Acqui Incisione. Opere in mostra a Lecce

Il mondo è piccolo per l’importante mostra dedicata alle opere vincitrici del Premio Acqui Incisione; ospitata in Francia, Spagna e Belgio, e poi in varie occasioni in Italia; quest’anno, in una versione aggiornata, ha inaugurato la stagione espositiva al D’ArT di Dolianova in Sardegna, e dal 16 al 30 luglio sarà visitabile a Zollino, splendido borgo a pochi chilometri da Lecce.


Visualizza il comunicato stampa completo

More Articles...